stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abusi edilizi, confermato il sequestro del castello del sindaco Firetto
CASSAZIONE

Abusi edilizi, confermato il sequestro del castello del sindaco Firetto

La Cassazione rigetta il ricorso e il sequestro del castello Colonna di Joppolo Giancaxio - di proprietà della famiglia del sindaco di Agrigento Lillo Firetto, indagato assieme al fratello Mirko, - diventa definitivo. I fratelli Firetto sono accusati, dalla Procura di Agrigento, per avere realizzato, all’interno, alcuni abusi edilizi in occasione della ristrutturazione dell’edificio.

I sigilli, per la seconda volta, sono stati apposti lo scorso novembre dopo che il tribunale del riesame - chiamato a pronunciarsi dopo l’annullamento con rinvio deciso dalla Cassazione - ha ritenuto insussistente il reato di violazione del vincolo paesaggistico, confermando il provvedimento di sequestro per gli altri due reati contestati: la violazione urbanistica e il deturpamento di bellezze naturali.

La Cassazione, alla quale si sono rivolti per la seconda volta i difensori, gli avvocati Angelo Farruggia, Gaetano Caponnetto, Vincenzo Caponnetto e Antonino Reina, ha confermato il provvedimento di sequestro del settecentesco castello che era stato acquistato una decina di anni fa e dopo il restauro era stato destinato a banchetti nuziali e cerimonie.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X