stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Ravanusa, uccise un ergastolano in libertà: condannato 61enne

Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ha condannato all’ergastolo Orazio Rosario Cavallaro, 61 anni, il pregiudicato di Ravanusa finito in carcere il 2 ottobre dell’anno scorso con l’accusa di essere il killer che ha ucciso, il 2 aprile precedente, giorno di Pasquetta, il coetaneo Angelo Carità di Licata, a sua volta condannato al carcere a vita in primo grado, per omicidio, ma libero per decorrenza dei termini.

Cavallaro, originario di Catania ma da tanti anni residente a Ravanusa, già noto agli inquirenti per il coinvolgimento nell’inchiesta antimafia «Cocktail» e in altre indagini di minore spessore, è stato riconosciuto colpevole di avere messo a segno il delitto che sembrerebbe collegato all’omicidio commesso a sua volta da Carità anche se, in realtà, la circostanza non è stata del tutto accertata.

Cavallaro avrebbe seguito la vittima, ne avrebbe studiato i movimenti, si sarebbe poi fermato ad una distanza di sicurezza e quindi si sarebbe avvicinato per sparare diversi colpi con una calibro 9 che non è ancora stata ritrovata. La scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza della zona e sul suo giubbotto sono state trovate tracce di sangue della vittima.

L’agricoltore, che si trovava davanti ad alcuni terreni di sua proprietà, non è morto sul colpo. L’ipotesi è che possa essersi trattato di una vendetta.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X