stampa
Dimensione testo
MIGRANTI

Naufragio a Lampedusa, recuperati 7 cadaveri: il maltempo complica le ricerche

Continuano le ricerche dei dispersi dopo il naufragio di ieri a circa un miglio dalla spiaggia dell’Isola dei Conigli a Lampedusa. Fino ad ora sono sette i cadaveri recuperati, fra spiaggia e mare, dopo il naufragio di ieri sera ad un miglio dall’isola dei Conigli di Lampedusa.

I primi cadaveri recuperati sono stati portati a braccia sul ripido e scosceso sentiero, di circa 4 chilometri, che collega Cala Galera con la strada. Le condizioni del mare, molto agitato (nella zona l’allerta meteo è «arancione») non consentono alle imbarcazioni della Guardia costiera di avvicinarsi a riva.

La prima salma - si tratta di una donna - è stata recuperata a riva, a Cala Galera, dai militari della Guardia di Finanza. Anche il secondo cadavere è stato avvistato in spiaggia, ma le onde lo hanno trascinato di nuovo in mare. A ripescarlo è stata la motovedetta Cp300 della Guardia costiera di Lampedusa.

Tra le vittime anche i genitori di due minorenni che, sotto choc, continuano a cercare la loro mamma e il loro papà senza sosta nell'hotspot di contrada Imbriacola. Ad aiutarli la polizia. La stessa cosa era successa ieri sul molo Favaloro con un giovane eritreo e un libico, che una volta tratti in salvo non avevano visto tra i superstiti le loro mogli che mancano all’appello

La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo d’inchiesta per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, naufragio e omicidio colposo plurimo. Già da ieri sera il procuratore aggiunto Salvatore Vella sta seguendo sistematicamente l’evolversi del caso e ha gestito prima la complessa macchina dei soccorsi dei naufraghi e oggi quella del recupero delle salme che fino ad ora sono sette.

Tutto il personale della Guardia costiera e della Guardia di finanza di Lampedusa è mobilitato da ieri pomeriggio. Le ricerche sono meticolose e capillari e vengono effettuate tanto via mare quanto via terra.

I 149 migranti tratti in salvo, tra i quali 13 donne e 3 bambini, hanno riferito che sul barcone vi erano altre venti persone che risultano disperse.

Il naufragio è avvenuto nel tardo pomeriggio, poco prima del tramonto, a circa un miglio dalla spiaggia dell’Isola dei Conigli. La barca, che non aveva richiesto aiuto né segnalato la sua posizione alla Guardia Costiera, si è capovolta a causa del mare in tempesta.

Nelle ricerche, ostacolate dal maltempo, sono attualmente impiegati due motovedette e un aereo della Guardia Costiera, una nave e un elicottero della Marina Militare, una motovedetta e un pattugliatore della Guardia di Finanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X