stampa
Dimensione testo

Lesioni e percosse ad Agrigento, condanna definitiva per due imputati

di

Ricorsi inammissibili e, quindi, condanne definitive per i due imputati. La Corte di Cassazione, quasi undici anni dopo i fatti, ha messo la parola fine sul caso degli assalti razziali e blasfemi alla tensostruttura del Viale della Vittoria.

Per Davide Cipolla, 30 anni, condannato a 4 anni e otto mesi, nelle prossime ore si apriranno le porte del carcere per scontare la pena.

Il secondo imputato, Biagio Licata, 33 anni, peraltro molto noto in città per essere uno degli storici «portatori di San Calogero», proverà ad evitarlo chiedendo la detenzione domiciliare o l'affidamento in prova ai servizi sociali dovendo scontare una condanna a tre anni. I due imputati erano accusati di lesioni, danneggiamento, percosse e ingiuria con l'aggravante dell'odio razziale.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X