stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Sciacca, patrimonio delle terme: si lavora per la gestione unica

di

La Regione pubblica la manifestazione d'interesse per la ricerca di un privato che gestisca il patrimonio delle terme, che faccia ripartire una macchina spenta già da anni. E lo fa nel momento in cui a Sciacca si concretizzano alcune iniziative che da un lato vogliono essere da stimolo alla stessa Regione a fare presto e dall'altro forniscono strumenti operativi.

La manifestazione d'interesse, per il futuro affidamento in concessione del compendio immobiliare,che precede il bando, emanato dalla Regione e dal Comune che è il concessionario, non comprende le stufe di San Calogero, ma l'assessore comunale al Turismo, Sino Caracappa, ha fatto sapere ieri di avere appreso che «a brevissimo sarà emanato un addendum collegato alla manifestazione d'interesse in cui i soggetti titolati delle Terme, la Regione proprietaria e la Terme spa in quanto usufruttuaria, con le stufe che saranno a disposizione degli interessati».

Il comitato civico Patrimonio Termale Sciacca ha esposto, durante una conferenza stampa, dieci, tra proposte e interrogativi, che espone in una lettera che ha preparato per essere inviata all'assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao. Per il comitato ci sono alcuni nodi da sciogliere.

L'articolo di Giuseppe Pantano nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X