stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Morì per infarto intestinale ad Agrigento, quattro medici dal Gup

di

L'infarto intestinale, secondo il gip, poteva essere contrastato e risolto con un intervento chirurgico entro le 24 ore. L'emorragia, invece, si estese fino alla morte del paziente. Quattro ortopedici in servizio all'ospedale San Giovanni di Dio rischiano, adesso, il rinvio a giudizio per l'accusa di omicidio colposo.

L'udienza preliminare doveva iniziare ieri davanti al gup Stefano Zammuto ma è stata rinviata, per l'impedimento dell'avvocato Angelo Farruggia, che compone il collegio di difesa insieme ai colleghi Pierluigi Cappello, Alfonso Neri, Salvatore Pennica ed Eugenio Longo) al 14 gennaio.

Il gip Francesco Provenzano, nei mesi scorsi, dopo avere sentito, il 24 novembre del 2017, tutte le parti, aveva deciso di non accogliere del tutto la richiesta di archiviazione della Procura, alla quale si erano opposti i familiari di Michele Di Stefano, di Porto Empedocle, morto a 69 anni il 26 giugno del 2016 dopo essere stato investito da un'auto.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X