stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

"Ti sfregio con l'acido", giovane agrigentino sotto processo

di

«Vengo a trovarti e ti butto l'acido in faccia, così ti sfregio a vita». Otto mesi dopo i fatti, il venticinquenne Alessandro Rizzo, che, in effetti, sembrava intenzionato a farlo sul serio visto che era sul pullman, partito da Agrigento con destinazione Roma, dove l'ex compagna, di due anni più grande, si era trasferita insieme al loro figlio, finisce a processo.

Il gup Stefano Zammuto, ieri mattina, lo ha ammesso al giudizio abbreviato, come chiesto dal difensore, l'avvocato Calogero Lo Giudice in seguito alla decisione del gip di disporre il rito immediato.

Lo stesso giudice ha ammesso la costituzione di parte civile della presunta vittima delle persecuzioni e dell''associazione «Insieme a Marianna», nata per ricordare la figura di Marianna Manduca, assassinata dall'ex marito nonostante l'avesse denunciato numerose volte. La richiesta di costituzione in giudizio era stata avanzata all'udienza precedente dall'avvocato Consuelo Alonge e ieri mattina è stata ammessa.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X