stampa
Dimensione testo
IL SALVATAGGIO

Migranti, Lampedusa resta "porto aperto": ennesimo mini sbarco nella notte

Il porto di Lampedusa resta aperto. Mentre 42 migranti stallano da quasi due settimane sulla Sea Watch, continuano gli sbarchi, piccoli molto spesso. Come quello avvenuto nella serata di ieri. Otto sono arrivati su un barchino trainato da una motovedetta fino al porto dell’isola. Sono originari probabilmente della Tunisia e sono in buone condizioni; si tratta di giovani adulti. Nei giorni scorsi erano arrivate cento persone in poche ore.

«Il barchino era semiaffondato, quasi sotto il pelo dell’acqua», racconta un testimone di Mediterranean Hope, secondo cui l’episodio dimostra, una volta di più, «come l’accoglienza funzioni per chi arriva autonomamente a Lampedusa, mentre chi è stato salvato da Sea Watch è ancora in attesa. Sembra che i diritti delle persone dipendano da chi li salva e se si è salvati da una ong, sei costretto a uno stillicidio che può durare per settimane».

Intanto, continua la protesta pacifica davanti al sagrato della chiesa di Lampedusa dove anche questa notte un gruppo di persone, tra cui il parroco don Carmelo La Magra, ha dormito all’aperto. Analoghe iniziative si sono ripetute in varie parti del Paese. Pure a Palermo ieri sera sit-in davanti al sagrato della cattedrale per chiedere lo sbarco dalla Sea Watch, da cui era giunto ieri l’appello accorato dei migranti: «Siamo stremati e disperati, fateci sbarcare». (AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X