L'INIZIATIVA

A Lampedusa le notti trascorse sul sagrato per i migranti della Sea Watch: la protesta arriva a Roma

di

Solidarietà e protesta che unisce lampedusani, attivisti, rappresentanti dell'associane Mediterranean Hope e del Forum Lampedusa Solidale. Questa notte, la terza consecutiva, hanno dormito davanti al sagrato della parrocchia di San Gerardo a Lampedusa. A capitanare l'iniziativa don Carmelo La Magra, a sostegno dei migranti della Sea Watch che sono ancora sull'imbarcazione dell'Ong.

Un abbraccio corale in segno di protesta, Mediterranean Hope, il programma rifugiati e migranti della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, che ha un suo osservatorio a Lampedusa, dove attualmente lavorano un operatore e un volontario, partecipa e sostiene attivamente la protesta.

Ci ritroveremo per chiedere lo sbarco immediato delle persone a bordo della Sea-Watch – spiega Alberto Mallardo, operatore di Mediterranean Hope sull’isola -. Durante la prima notte abbiamo ricevuto il supporto di molti lampedusani e turisti che si sono fermati per sostenere la nostra iniziativa ma anche per donarci coperte e viveri per la notte”.

La protesta si ripeterà davanti alla parrocchia San Gerlando di Lampedusa. “Speriamo di ricevere giorno dopo giorno il sostegno di un numero sempre crescente di persone – aggiunge Mallardo -. Già da oggi diverse realtà in giro per l’Italia, associazioni, parrocchie e comunità hanno deciso di replicare la nostra iniziativa nei loro territori”.

“Continueremo a dormire sul sagrato della chiesa finché non sarà consentito ai migranti sulla Sea Watch, di scendere a terra in un porto sicuro – si legge nel comunicato del Forum Lampedusa Solidale -. Il nostro è un semplice gesto di solidarietà nei confronti di persone che stanno soffrendo inutilmente. Mettiamo simbolicamente in gioco i nostri copri nel tentativo di dare visibilità e voce agli ultimi della terra, nostri fratelli e sorelle, nostri simili. Rivolgiamo ai passeggeri e all’equipaggio della Sea Watch un abbraccio e un messaggio: siamo con voi!”.

Intanto i gesti di solidarietà verso i migranti a bordo della Sea Watch si moltiplicano e alcuni membri delle chiese evangeliche metodista e valdese di Roma, hanno deciso di trascorrere la notte tra sabato 22 e domenica 23 giugno nella chiesa metodista di Roma in via XX settembre 122 che ha aperto le sue porte all’iniziativa.

E i parrocchiani della chiesa San Giovanni Battista di Chiavari in Liguria hanno dormito in chiesa per solidarietà ai 43 migranti a bordo della Sea Watch.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X