AGRIGENTO

Ucciso dal treno a Canicattì, il padre muore di crepacuore dopo 24 ore

Il padre di Giovanni Di Grigoli, il bracciante agricolo di 48 anni investito e ucciso sabato a Canicattì dal treno regionale Licata-Agrigento, non ha retto al dolore ed è morto di crepacuore.

Come riporta oggi l'edizione in edicola del Giornale di Sicilia, Gioacchino Di Grigoli, 71 anni, era da tempo malato. La moglie ha trovato l'uomo senza vita nel suo letto. Con ogni probabilità, l'anziano è morto nel sonno.

I funerali di padre e figlio si terranno in maniera congiunta nella chiesa di Gesù Amore Misericordioso nel quartiere Oltreponte, dove vive la famiglia Di Grigoli.

L'articolo completo nell'edizione di oggi del Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X