CONFERENZA DEI SERVIZI

Alberi abbattuti a Eraclea Minoa, un vertice per salvare il litorale

di
eraclea minoa, Erosione Costiera, Agrigento, Cronaca

Altri alberi abbattuti come birilli, nuovi danni anche alle strade d'ingresso in spiaggia e agli stabilimenti balneari: continua senza tregua l'erosione costiera ad Eraclea Minoa. Mentre si resta in attesa dell'avvio dei lavori del progetto anti erosione già finanziato dalla Regione e adesso in sede di valutazione dell'impatto ambientale, le mareggiate continuano a distruggere spiaggia e pineta mettendo seriamente a rischio l'economia locale in vista dell'apertura della stagione turistica.

Per oggi è prevista una nuova conferenza dei servizi che vedrà riuniti ancora una volta attorno a un tavolo il Demanio marittimo, il Comune, la Capitaneria di porto, il corpo forestale, i carabinieri e la polizia municipale. Dopo l'incontro è stato già programmato un sopralluogo tecnico finalizzato a capire come ripulire la spiaggia da tronchi, rami e detriti disseminati un po' ovunque. La conferenza dei servizi, convocata in un primo momento per lunedì scorso, è stata rinviata perché, a quanto pare, non erano presenti i rappresentati di tutti gli enti coinvolti.

Diversi gli interventi già realizzati nei mesi scorsi, ma alla luce di quanto successo nelle scorse settimane durante l'ultimo intervento - sequestro di 1.000 metri quadrati di area boschiva e denuncia contro ignoti per danni ambientali da parte della Procura di Agrigento - soprattutto il Comune vuole vederci chiaro per evitare di commettere errori.

L’articolo nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X