stampa
Dimensione testo
CORTE DI APPELLO

Onde elettromagnetiche, condannato il Comune di Agrigento e 5 emittenti

di

I giudici della sezione civile della Corte di appello di Palermo hanno confermato la condanna nei confronti del Comune di Agrigento e di cinque emittenti radiotelevisive citati in giudizio da una famiglia che li accusava di avere consentito l'emissione di onde elettromagnetiche con valori superiori ai limiti di legge.

I giudici, che hanno stabilito il diritto al risarcimento di complessivi 38 mila euro, hanno ritenuto che «la condotta delle emittenti è stata illecita, come quella del Comune che ha omesso di esercitare i poteri di controllo e vigilanza previsti dalla legge».

Secondo la Corte la presenza delle antenne nella zona della Rupe Atenea, a poche decine di metri da condomini molto popolosi, un istituto comprensivo (materna, elementare e media), un liceo classico e, soprattutto, l'avere consentito un'emissione superiore ai limiti di legge, ha ingenerato in Salvatore Linguanti, che da una quindicina di anni sta portando avanti questa battaglia, e alla sua famiglia, «un evidente danno morale».

L’articolo nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X