stampa
Dimensione testo
L'INDAGINE

Strage di gatti a Sciacca, aperto un fascicolo in procura

di

La procura della Repubblica di Agrigento sta indagando contro ignoti per la strage di venti gatti avvenuta lo scorso 26 dicembre in via Cappuccini 33 a Sciacca. La stessa proprietaria dei poveri animali ha ufficializzato l’esito delle analisi condotte dal servizio sanitario locale condotte su alcune carcasse, che lo stesso giorno furono mandate all’Istituto di Zooprofilassi di Palermo per svolgere le analisi del caso.

Inizialmente era stata avanzata l'ipotesi di una epidemia che, tuttavia, è stata esclusa dopo i controlli effettuati dall'Izs di Palermo. È stata inoltrata una denuncia prima ai carabinieri e poi contro ignoti alla procura della Repubblica.

Lo scorso febbraio sempre a Sciacca una quarantina di cani morirono per esche avvelenate in contrada Muciare. Anche in quel caso fu aperto un fascicolo in procura. Emerse che fu usato il "parathion", un antiparassitario, altamente tossico, che in Italia non può essere acquistato già da anni. Il veleno quindi fu acquistato in rete.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X