OLTRAGGIO ALLA MEMORIA

Capre al pascolo sulla stele di Livatino, è polemica a Canicattì

di
stele livatino capre, Agrigento, Cronaca
Rosario Livatino

Non credevano ai loro occhi alcuni componenti dell’associazione «Amici del giudice Rosario Angelo Livatino» percorrendo la strada di grande comunicazione S.S. 640 Porto Empedocle-Caltanissetta a ridosso dell’area dove venne ucciso il magistrato che ne porta il nome.

C’erano delle capre nell’area e sul monumento in contrada S. Benedetto alle porte di Agrigento fatto erigere dagli anziani genitori nel 1993 per ricordare l’assassinio del loro unico figlio, il giovanissimo giudice Rosario Livatino per il quale è in corso il processo di canonizzazione.

Lo sconveniente oltraggio alla memoria ed ai luoghi è stato scoperto, in maniera davvero casuale, dal presidente in carica e da quello Emerito, Valentina Garlandi e Giuseppe Palilla, che in auto stavano rientrando a Canicattì dopo una riunione ad Agrigento.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X