stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pesce senza tracciabilità, multe per 45 mila euro nell'Agrigentino
CAPITANERIA DI PORTO

Pesce senza tracciabilità, multe per 45 mila euro nell'Agrigentino

AGRIGENTO. Pescherie, ristoranti, venditori ambulanti, supermercati e mercati ittici sono stati letteralmente setacciati. Numerosi anche i controlli effettuati in mare. Verifiche che hanno permesso di sequestrare attrezzi da pesca non consentiti, 850 chili di prodotti ittici e di elevare oltre 45 mila euro di sanzioni amministrative.

Si è conclusa, e sono stati significativi, i risultati del’operazione «Dirty Market» che è stata realizzata dalla Capitaneria di porto di Porto Empedocle e dagli uffici circondariali marittimi di Lampedusa, Sciacca e Licata.

Il massiccio e capillare controllo è stato realizzato durante l’appena trascorso periodo di festività. Durante i controlli in mare, i militari della Guardia costiera sono riusciti a scovare e a sequestrare – poiché attrezzatura non consentita – 16 tubi in pvc annessi a due attrezzi da pesca; una rete di tipo “palangaro” di 500 metri circa con 250 ami collegati; una rete di tipo “tremaglio” di 150 metri circa e una rete da posta di 200 metri circa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X