stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Un chilo di droga trovato in una casa a Ravanusa, arrestato disoccupato
CARABINIERI

Un chilo di droga trovato in una casa a Ravanusa, arrestato disoccupato

RAVANUSA. Marijuana e hashish. A Ravanusa e lungo la statale Agrigento-Palermo che è stata già etichettata come il "crocevia" degli stupefacenti. Tre gli arresti fatti nelle ultime ore dai carabinieri che hanno potenziato, all'inverosimile, in occasione delle festività natalizie, i controlli per la prevenzione e la repressione dei reati. Fatti diversi, quelli registratisi a Ravanusa e lungo la statale 121, che dimostrano però come - in occasione delle feste - la disponibilità della droga aumenti.

Trovato con un chilo di marijuana. I militari dell'Arma della stazione di Ravanusa, coordinati dal comando compagnia di Licata, hanno arrestato, in flagranza di reato, per l'ipotesi di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, il trentatreenne Angelo Vasapolli.

Il giovane - secondo quanto è stato ricostruito ieri dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento - «aveva attirato su di se, da qualche settimana ormai, l'attenzione degli investigatori per il tenore e lo stile di vita che faceva: fuori portata - scrivono i carabinieri - per un disoccupato. Disoccupato che guidava un suv di grossa cilindrata».

È scattata dunque la perquisizione nell'abitazione del giovane e i carabinieri - all'interno di un vecchio mobile custodito nel suo garage - hanno trovato e sequestrato un chilo di marijuana. Sempre durante la perquisizione, i carabinieri hanno recuperato, nell’abitazione del giovane, anche un pugnale da combattimento di interesse storico. Si tratta - è proseguita la ricostruzione, fatta con nota stampa, dei carabinieri - di un’arma in dotazione all’esercito austriaco durante la prima guerra mondiale, pugnale che i soldati avevano in dotazione fino al 1918. Il ravanusano, su disposizione del sostituto procuratore di turno, è stato posto ai domiciliari.

«La droga sequestrata, che al dettaglio avrebbe fruttato oltre 3000 euro, sarà oggetto - hanno annunciato i carabinieri - di analisi qualitative e quantitative per evidenziarne il potenziale in termini di principio attivo e dosi ricavabili»

Statale "crocevia" della droga. Intimano l'Alt ad una Alfa Romeo 147, lungo la statale Palermo-Agrigento, all'altezza del bivio Manganaro e l'autovettura anziché fermarsi accelera. I carabinieri dell'aliquota radiomobile della compagnia di Lercara Friddi, nottetempo, hanno inseguito l'auto che è stata raggiunta e fermata in prossimità della stazione ferroviaria di Castronovo di Sicilia. È scattato dunque il controllo per il conducente e il passeggero, entrambi di nazionalità marocchina. «Durante la perquisizione personale e veicolare, i militari dell’Arma - viene ricostruito dal comando provinciale dei carabinieri di Palermo - rinvenivano e sequestravano un panetto di hashish, dal peso di circa 100 grammi e 720 euro. Ad essere arrestati sono stati il 26enne Karim Hitani e il 23enne Karim Soulib, entrambi residenti ad Agrigento. Durante la convalida, il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere per Hitani e i domiciliari per Soulib».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X