stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Agrigento, l'Asp lancia l'allarme: "Chiudete quelle discariche"
RIFIUTI

Agrigento, l'Asp lancia l'allarme: "Chiudete quelle discariche"

AGRIGENTO. I depositi temporanei, di rifiuti solidi urbani derivanti dalla raccolta differenziata, al Villaggio Mosè e nell'area adiacente la strada per Fondacazzo non sono conformi all'autorizzazione. Le presunte difformità sono state riscontrate dal sopralluogo mirato dell'Asp 1 di Agrigento che ha, dunque, «invitato il sindaco, Lillo Firetto, a disporre che tutte le operazioni di deposito temporaneo dei rifiuti avvengano nel rispetto dell'ordinanza 241, con interdizione assoluta del deposito della frazione umida organica e di valutare l'idoneità dei siti, in special modo quello del campo sportivo del Villaggio Mosè, in considerazione dell'eccessiva vicinanza al centro abitato».

A firmare questo "invito" rivolto al sindaco Firetto è stato il dirigente medico del servizio Igiene ambienti di vita Graziella Volpe e il direttore dello stesso servizio Vittorio Spoto. Al dipartimento di Prevenzione dell'Asp è arrivata, per le due aree individuate, una segnalazione - in merito allo stoccaggio della frazione secca della raccolta differenziata - dell'associazione ambientalista "MareAmico". E' scattata dunque, a questo punto, una ispezione del personale tecnico dell'azienda sanitaria provinciale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X