CATTEDRALE DI S.GERLANDO

Duomo di Agrigento, la frana si allarga

AGRIGENTO. Non c'è ancora un risultato scientifico aggiornato. Che il "quadro" di fessurazioni si sia però paurosamente aggravato è innegabile. E lo testimoniano anche le constatazioni fatte - e immortalate in foto e video - di una, in particolar modo, crepa apertasi sul pavimento della cattedrale di San Gerlando dove, adesso, praticamente, entra una mano. Crepa diventata larga di circa 7 centimetri.

L'ingresso in una delle cappelle del Duomo, dal 2011 ad oggi, è invece scivolato di circa 10 centimetri. A constatarlo, fra gli altri, infilando anche la mano nella crepa, don Giuseppe Pontillo che è il responsabile dei Beni culturali della Diocesi ed il parroco della cattedrale di San Gerlando. Ieri mattina - dopo che il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio, all'inizio di novembre, aveva aperto un fascicolo conoscitivo - s'è avuta la certezza che quel fascicolo d'inchiesta adesso ha dei titoli di reato. Si procede, al momento, contro ignoti - è chiaro - . Ma si procede per le ipotesi di omissione in atti d'ufficio e disastro colposo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X