stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il caso del Borgo Scala dei Turchi: "ll piano di lottizzazione è legittimo"
TRIBUNALE

Il caso del Borgo Scala dei Turchi: "ll piano di lottizzazione è legittimo"

di

REALMONTE. Il piano di lottizzazione è «correttamente dimensionato», tuttavia alcuni edifici del cosiddetto «Villaggio dei vip» della Scala dei Turchi ricadono in una zona entro i 170 metri dalla battigia e, quindi, vanno ritenuti «non realizzabili».

Non sono state, inoltre, rispettate tutte le prescrizioni in materia di altezza. L’architetto Paolo La Greca dell’Università di Catania, l’ingegnere Mario D'Amore e l’architetto Guido Meli, chiamati dal giudice Francesco Provenzano a stabilire se l’operato del consulente della Procura, l’architetto Luciano Montalbano, è stato corretto e, in particolare, se è stata rispettata «l’esatta distanza dalla battigia delle opere», ridimensionano in maniera significativa l’ipotesi accusatoria del pm Antonella Pandolfi che ha chiesto il rinvio a giudizio dei dodici imputati – fra funzionari del Comune di Realmonte, della Sovrintendenza e responsabili dell’impresa siracusana, la Co.Ma.Er, che stava realizzando il progetto – ai quali si contesta di avere consentito un piano di costruzione di alcune villette a schiera di lusso a breve distanza dalla Scala dei Turchi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X