stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Tengono in ostaggio assistente", due arresti ad Agrigento
POLIZIA

"Tengono in ostaggio assistente", due arresti ad Agrigento

AGRIGENTO. Hanno minacciato di morte, impugnando un coltello da cucina, l'educatrice della comunità per minori dove erano ospiti. La donna è stata anche trascinata e rinchiusa nell'ufficio, ma è riuscita a lanciare l'allarme, componendo il 113. Due i migranti, entrambi del Gambia, che si è scoperto poi non essere minorenni, che sono stati arrestati dalla polizia di Stato.

Dovranno rispondere delle ipotesi di reato di danneggiamento aggravato, violenza privata, minaccia aggravata e false dichiarazione alla polizia giudiziaria. Su disposizione del sostituto procuratore di turno sono stati portati alla casa circondariale di contrada Petrusa.

L'inferno nella comunità per minorenni "Il melogranno" è scoppiato nel pomeriggio di venerdì. I due ospiti sarebbero andati in escandescenze perché chiedevano, e con una certa insistenza, di essere trasferiti in un'altra struttura d'accoglienza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X