stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Boss agrigentino muore, il prefetto vieta i funerali pubblici
CAMPOBELLO DI LICATA

Boss agrigentino muore, il prefetto vieta i funerali pubblici

AGRIGENTO. Il questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, ha vietato, «per motivi di ordine e sicurezza pubblica», i funerali di Ignazio Accascio.

Accascio, 77 anni, ritenuto il campomafia di Campobello di Licata era stato arrestato nell’ambito dell’operazione antimafia denominata «Gost 2- Saraceno». Aveva scontato 10 anni di reclusione e nel marzo dello scorso anno il tribunale di Agrigento - accogliendo l'istanza degli avvocati Nino Gaziano e Salvatore Manganello - aveva revocato all’anziano la misura cautelare della libertà vigilata.

Per i giudici, Accascio non era più «socialmente pericoloso». I funerali avrebbero dovuto tenersi oggi, alle 17, nella chiesa dell’Immacolata, di Campobello di Licata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X