stampa
Dimensione testo
IL CASO

E' allarme per l'irrigazione nelle campagne dell'agrigentino

di

AGRIGENTO. Nelle campagne Agrigentine si scontano ancora i problemi causati dai danni del nubifragio del 25 novembre 2016 e di una successiva grandinata che ha colpito, in particolare, il versante riberese. E ci sono anche una serie di richieste del mondo dell’agricoltura che vanno dalle irrigazioni alla diminuzione del costo dell’acqua per uso irriguo.

«Ci sono zone nelle quali l’irrigazione è più difficile – dice Giovanni Caruana, della Cia – perché se nel licatese e nel canicattinese, per l’ortocultura, siamo alla quarta irrigazione così come a Menfi, a Ribera, nella zona del Verdura, siamo alla seconda. Ci sono zone di Ribera, però, nelle quali si sarebbe dovuto iniziare prima. L’adduttore, principale, invece, è scoppiato e non è arrivata l’acqua nelle vasche di distribuzione nel sistema in derivazione dalla diga Castello a Ribera, Montallegro, Calamonaci”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X