stampa
Dimensione testo
GIRGENTI ACQUE

"Indebiti contributi dalla Regione", quattro indagati

AGRIGENTO. Truffa aggravata e continuata. E' per queste ipotesi di reato che sono state chiuse le indagini preliminari a carico di quattro indagati.

Nei giorni scorsi, il nucleo operativo ecologico di Palermo, in collaborazione con il nucleo investigativo del comando provinciale, ha notificato il provvedimento di conclusione delle indagini preliminari. Provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Agrigento. A rendere nota l'avvenuta notifica del provvedimento di conclusione delle indagini preliminari, ieri, è stato il Noe di Palermo.

«Notificato il provvedimento di conclusione delle indagini preliminari - è stato scritto - con il quale si procedeva alla contestazione, a carico di quattro indagati, del reato di truffa aggravata e continuata. L’attività investigativa - ha spiegato, attraverso un comunicato stampa, il nucleo operativo ecologico di Palermo - permetteva di accertare che la società Girgenti Acque Spa, quale gestore del servizio idrico integrato AG9 di Agrigento percepiva indebitamente i contributi previsti dalla legge regionale siciliana numero 9/2004 finalizzato al consentire l’equilibrio economico-gestionale del piano d’ambito nonché, applicando un indice di inflazione diverso da quello previsto, la quota parte di incremento della tariffa, quest’ultima corrispettivo del servizio idrico integrato, con aggravio dei costi a carico della stessa utenza».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X