stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sciacca, il torrente straripa su un’azienda: il Comune risarcirà

Sciacca, il torrente straripa su un’azienda: il Comune risarcirà

di

SCIACCA. Il Comune di Sciacca ha deciso di ricorrere a una transazione e di pagare 36 mila euro ai fratelli Di Matteo per i danni causati alla loro azienda dallo straripamento, l’8 novembre del 2003, del torrente Bagni.

Quest’azienda si trova in contrada Muciare, la zona in cui, il 26 novembre dello scorso anno, un nubifragio ha causato danni gravissimi al Museo del Mare, alla strada di accesso e dove venne rinvenuta soltato l’auto di Vincenzo Bono, di 60 anno, mentre dell’allevatore, ancora oggi, nessuna notizia.

Per i fatti del 2003 il Comune si riserva di rivalersi sulla Regione, ma, intanto, ha deciso di sottoscrivere l’accordo transattivo con i fratelli Antonino e Luigi Di Matteo. E adesso è arrivata la delibera che è stata pubblicata all’albo pretorio dell’ente. Il Tribunale Regionale per le Acque Pubbliche della Sicilia ha condannato, nel 2008, il Comune e l’assessorato regionale ai Lavori Pubblici a pagare, in solido, ai Di Matteo, 23.700 euro oltre agli interessi a decorrere dalla data di valutazione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X