stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Licata, furti ed estorsioni: chiesti quattro rinvii a giudizio

licata, tribunale, Agrigento, Cronaca
Tribunale di Agrigento

LICATA. Si è celebrato dinanzi al Giudice per l’udienza preliminare di Agrigento, Francesco Provenzano il processo a carico di Salvatore Antona, difeso dagli avvocati Giuseppe Sorriso e Giuseppe Vinciguerra, e Gaetano Lombardo, accusati di aver compiuto tra il luglio del 2013 e l’agosto del 2014 una serie di furti di autovetture, con relative richieste di denaro (estorsione), al fine di riconsegnare poi le auto.

L’indagine denominata «Leoni Neri» è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Licata e si è avvalsa di numerose intercettazioni ambientali e telefoniche oltre alle denunce delle stesse vittime dei furti.

Nel corso dello stesso processo, sono comparsi anche come imputati Gaetano Lombardo (difeso dall’avvocato Angelo Benvenuto) e Caterina Federico (assistita dall’avvocato Salvatore Manganello).

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X