TRIBUNALE

Tremila piante di canapa indiana, un palmese condannato

di

PALMA DI MONTECHIARO. Tremila piante di canapa indiana che sul mercato avrebbero fruttato, dopo averle essiccate, confezionando le singole dosi e vendendole al dettaglio, oltre due milioni di euro: Calogero Allegro, palmese di 29 anni, arrestato il 18 agosto e tuttora ai domiciliari, è stato condannato a tre anni di reclusione.

La pena, peraltro, è ridotta di un terzo per effetto del rito abbreviato. La sentenza è stata emessa dal giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Alfonso Malato. In precedenza il pubblico ministero Andrea Maggioni, al termine della requisitoria, aveva chiesto che l’imputato (difeso dall'avvocato Santo Lucia), fosse condannato a sei anni di reclusione. Allegro ha, di fatto, già scontato quasi un terzo della condanna, che andrà comunque ridiscussa nei due successivi gradi di giudizio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X