TRIBUNALE

Licata, pressioni per truccare le aste giudiziarie: 9 assolti

di

LICATA. «Assoluzione per non avere commesso il fatto»: con questa formula i giudici della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento, presieduta da Giuseppe Miceli (a latere Rosanna Croce e Vincenzo Ricotta), hanno scagionato i nove imputati dell'inchiesta "Aut Aut" che ipotizza una serie di ricatti e violenze per condizionare l'esito delle aste giudiziarie.

Si tratta di Claudio Catania, 28 anni, Antonio Oliveri, 31 anni, Bartolo Consagra, 41 anni, Giorgio Candiano, 50 anni, Angelo Candiano, 36 anni, Giuseppe Lombardo, 70 anni, Antonio Cannizzaro, 49 anni, Gerlando Di Carlo, 29 anni, e Angelo Antona, 50 anni, tutti di Licata.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X