stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pizzo sulle buste paga a Licata, i dipendenti raccontano
IL CASO

Pizzo sulle buste paga a Licata, i dipendenti raccontano

di
buste paga, licata, pizzo, Agrigento, Cronaca
Tribunale di Agrigento

LICATA. «Ho deciso di raccontare la verità perché non riuscivo a guardare in faccia mia figlia»: con queste parole, messe a verbale dagli inquirenti, una dipendente delle cooperative «Libero Gabbiano» e «Arcobaleno», inizialmente accusata di avere mentito alla Procura per coprire i propri datori di lavoro che le avrebbero imposto il pizzo sulla busta paga, ha iniziato la sua totale retromarcia.

Lo stesso hanno fatto altri due colleghi e un loro amico che, sulla base delle intercettazioni telefoniche, secondo gli inquirenti era a conoscenza di tutto ma avrebbe mentito ai finanzieri che lo avevano convocato per interrogarlo.

Tutti, dopo l’avviso di conclusione delle indagini, hanno chiesto di essere interrogati e hanno fatto marcia indietro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X