stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reparto chiuso a Licata, bimbo nasce sull'ambulanza
OSPEDALE

Reparto chiuso a Licata, bimbo nasce sull'ambulanza

di

LICATA. E' nato sull'ambulanza del 118, in contrada "Mosella" proprio mentre la madre stava per essere trasferita in ostetricia al San Giovanni di Dio di Agrigento.

Un bel maschietto, Samuel, sesto figlio di una donna romena che risiede a Palma di Montechiaro e che non ha "voluto" o "potuto" attendere che la madre arrivasse in ospedale, per nascere. Del resto la strada che divide Palma con Agrigento è fatta di tanti chilometri.

Sarebbe stato più "logico" trasferire la donna in ospedale a Licata, al San Giacomo D' Altopasso, dove i tempi di percorrenza sono sicuramente minori rispetto ad Agrigento, ma attualmente il punto nascite del nosocomio di contrada Cannavecchia è chiuso.

Quello che si è verificato la sera tra mercoledì e giovedì altro non è che la prova del nove di quanto accadrebbe se il reparto di ostetricia dell' ospedale di Licata venisse soppresso. Troppo lontano l'ospedale di Agrigento, impraticabile al momento la soluzione verso Canicattì vista la strada statale 123 piena di curve e smottamenti, ancora più distante Gela.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X