stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Estorsione, i legali di Arnone si appellano al Riesame
IL CASO

Estorsione, i legali di Arnone si appellano al Riesame

di

AGRIGENTO. L' inchiesta a carico dell' avvocato Giuseppe Arnone, arrestato in flagranza di reato il 12 novembre con l' accusa di estorsione ai danni di una collega, approda al tribunale del riesame. I suoi difensori, gli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile, hanno impugnato l' ordinanza del gip Francesco Provenzano che convalida l' arresto e gli applica i domiciliari.

Il provvedimento sarà, quindi, ridiscusso davanti ai giudici del tribunale della libertà che dovranno esaminare, in contraddittorio fra le parti, il quadro indiziario e le esigenze cautelari. «In questo momento - spiega l' avvocato Faro - non abbiamo esplicitato i motivi del nostro ricorso perché vogliamo attendere che la Procura depositi i nuovi documenti, in base ai quali imposteremo la difesa». Arnone è stato bloccato dai poliziotti della squadra mobile all'esterno dello studio della collega Francesca Pico ne la quale, poco prima, dopo avere organizzato la "trappola", gli aveva dato due assegni per un importo complessivo di 14 mila euro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X