SANGUE SULLE STRADE

Il tragico incidente di Sciacca, il prete di Caltabellotta: la 115 trappola mortale

di

CALTABELLOTTA. Una domenica di lutto, ieri, a Caltabellotta, per la morte di Pellegrino Muscarnera, di 65 anni, l' impiegato delle poste in pensione investito, venerdì sera, sulla statale 115, da un' auto, e di speranza per le condizioni di salute del fratello, Vito, di 50 anni, dipendente stagionale dell' Ente sviluppo agricolo, ricoverato, in gravi condizioni, all' ospedale Civico di Palermo a seguito delle ferite riportate nell' incidente. Oggi, alle 15,30, nella chiesa Madre della frazione di Sant' Anna, saranno celebrati i funerali di Pellegrino Muscarnera.

"Bisogna pregare - dice l' arciprete di Caltabellotta, don Giuseppe Marciante - per questa famiglia che in poco tempo, appena qualche mese, è passata da un momento di grande gioia per il matrimonio della figlia di Pellegrino a un dolore immenso provocato da questo lutto. Purtroppo le nostre strade rappresentano una grande insidia per tutti e sulla 115 - aggiunge il sacerdote - quello di venerdì scorso non è stato il primo incidente mortale e temo che non sarà l' ultimo. Quando piove, come in quella sera, la pericolosità di questa strada è ancora maggiore".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X