stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Favara insorge contro il canone di depurazione
AMMINISTRAZIONE

Favara insorge contro il canone di depurazione

di

FAVARA. Cittadini e associazioni in fermento contro «Girgenti Acque» che fa pagare il canone di depurazione nonostante l' impianto di contrada EsaChimento sia sotto sequestro giudiziario da diversi mesi e le analisi effettuate recentemente dall' Arpa, su sollecitazione dell' amministrazione, abbiano dato esiti tutt' altro che confortanti. Il gestore ha, però, precisato di aver «adempiuto al compito di predisporre soluzioni progettuali esecutive, oltre che mantenere il preesistente impianto depurativo, ereditato dai precedenti gestori».

Per fornire risposte esaustive ai contribuenti e al comitato che da mesi si batte per avere l' erogazione idrica h/24, il sindaco Anna Alba ha sostenuto nel corso di una conferenza stampa che il canone sui reflui non va pagato non avvenendo la depurazione con regolarità ed efficienza. Dall' amministrazione è partito l' invito a chi ha pagato di chiedere il rimborso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X