stampa
Dimensione testo
IL CASO

Costa nell'Agrigentino, erosione senza fine

di

AGRIGENTO. Il mare avanza. Da Sciacca a Licata il problema dell' erosione costiera sta diventando un comune denominatore per i sindaci dei Comuni che si affacciano sul mare. Ieri a Licata, sulla spiaggia Ripellino alla Playa, il mare ha "demolito" il muretto di cinta di una abitazione che quando è stata costruita, secondo quanto dichiarato dagli stessi proprietari si trovava ad oltre 200 metri dalla battigia.

Negli anni il mare è avanzato fino ad abbattere due villette che si trovavano davanti all' abitazione che l' altro ieri sera è stata abbattuta dalle mareggiate. La zona è quella della Playa, molto esposta alle correnti marine e soprattutto ad un tiro di schioppo della foce del fiume Salso e del Porto turistico. «Sono anni che chiediamo al Comune - dicono i proprietari della casa che il mare sta pian piano abbattendo - di fare in modo di sistemare dei frangiflutti o una scogliera a protezione della battigia ma sono passati più di 10 anni ed il mare ha divorato due case e adesso rischia di abbattere anche la nostra».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X