stampa
Dimensione testo

Farmacista morto a Ribera, indagati due medici

di

RIBERA. La Procura della Repubblica di Sciacca, con il sostituto Carlo Bo ranga, ha disposto l' autopsia del cadavere del farmacista di Favara, originario di Cattolica Eraclea, Gaetano Sajeva, di 52 anni, deceduto ad Agrigento il primo agosto scorso.

Due medici dell' ospedale «Fratelli Parlapiano» di Ribera sono indagati, ma come atto dovuto perché così hanno potuto nominare consulenti tecnici per l' esame autoptico. Il sostituto Boranga ha nominato consulenti tecnici del pubblico ministero il professore Emiliano Maresi ed il dottore Antonino Tavormina, i quali lunedì scorso hanno proceduto all' esame autoptico, presso la camera mortuaria dell' ospedale San Giovanni Di Dio di Agrigento. Il procedimento era stato incardinato, in un primo momento, dalla Procura della Repubblica di Agrigento, che aveva escluso ipotesi di reato commesse in quel circondario e trasmesso gli atti alla Procura di Sciacca, per accertare eventuali responsabilità di operatori sanitari dell' ospedale di Ribera.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO OSCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X