stampa
Dimensione testo
DISAGI

Diga S. Giovanni, la condotta si guasta: le aziende vanno in crisi a Naro e Canicattì

di

NARO. «Decine di aziende agricole al confine tra i territori di Naro e Canicattì sono in ginocchio a causa di alcuni disservizi lungo la condotta idrica dell' invaso San Giovanni che stanno provocando l' interruzione totale o, nei casi più fortunati, un rallentamento dell' approvvigionamento idrico nelle campagne che si trovano nei pressi di contrada Giummello. A denunciare i disagi sono stati diversi produttori agricoli che hanno la propria azienda proprio nella zona interessata da questi disservizi. Le aziende agricole in questione sono tutte approvvigionate dalla diga San Giovanni di Naro che garantisce l' erogazione idrica per uso irriguo ad un comprensorio molto vasto e che lambisce i comuni di Canicattì, Naro, Camastra, Campobello di Licata e Ravanusa.

All' origine dei disservizi vi sarebbero alcune rotture lungo la condotta idrica che collega l' invaso narese con le va rie aziende agricole della zona ed il black out di una pompa che non consente una uniforme distribuzione dell' acqua nelle campagne. A dover intervenire è il Consorzio di bonifica Ag3 che ha la gestione della distribuzione idrica della diga San Giovanni, invaso di proprietà dell' Esa.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X