stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca «Investì mortalmente un centauro»: assolto empedoclino
TRIBUNALE

«Investì mortalmente un centauro»: assolto empedoclino

di

AGRIGENTO. Assoluzione perché il fatto non sussiste. Secondo il giudice Maria Alessandra Tedde l' incidente che costò la vita al favarese Armando Giglia, 28 anni, molto noto in provincia per la sua attività di organizzatore degli eventi del "Farm cultural park", non è stato provocato dall' automobilista.

Calogero Russello, 42 anni, di Porto Empedocle, è stato quindi scagionato dall' accusa di omicidio colposo. L' incidente mortale è avvenuto il 14 febbraio di tre anni fa nel cosiddetto prolungamento del viale delle Dune, tratto che porta verso le frazioni di Cannatello e Zingarello.

Giglia, che per ironia della sorte poco prima aveva pubblicato su facebook una frase in cui ironizzava sul fatto che forse non sarebbe sopravvissuto alla giornata di lavoro, era in sella al suo scooter Beverly.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X