stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Faceva prostituire la moglie": chiesti nove anni per un camastrese
TRIBUNALE

"Faceva prostituire la moglie": chiesti nove anni per un camastrese

di

CAMASTRA. «Costretta a prostituirsi per 50 euro, il marito le organizzava gli incontri costruendo attorno a lei una rete di sfruttatori. La cosa più strana e inspiegabile è che non lo abbia mai lasciato».

Alla fine, per il camastrese Lillo Pirrera, il presunto marito "orco" che avrebbe venduto la moglie per incassare i soldi delle sue prestazioni sessuali, il pm Andrea Maggioni ha formulato la richiesta di pena maggiore. Nove anni di reclusione per lui, per altri tre imputati è stata proposta la condanna a tre anni. Per il resto la prescrizione ha spazzato via gran parte delle accuse di induzione e sfruttamento della prostituzione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X