stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Porto Van Gogh ad Agrigento", mancano i soldi per il progetto
IL CASO

"Porto Van Gogh ad Agrigento", mancano i soldi per il progetto

di

AGRIGENTO. Mancano 2 mila euro. L'allestimento della mostra, a carattere didattico-divulgativo, dedicata a van Gogh è a rischio. E si tratta di una prima nazionale. Una "prima" che avrebbe dovuto tenersi ad Agrigento - nella chiesa di San Lorenzo, nel cuore del centro storico - 20 maggio al 30 giugno. Adesso, se i soldi necessari verranno trovati, è certo che slitterà. Ma se quei due mila euro non salteranno fuori da nessuna parte, il rischio, concreto, è che l'iniziativa di Giovanni Parisi si trasformi in una bolla di sapone.

«Sono stato al Comune per avere il patrocinio - ha spiegato ieri Parisi - . Per far sì che magari sostenessero le spese per la pubblicità. Ed invece non ho ottenuto che silenzio. Ma non è soltanto il Comune di Agrigento ad essere assente, ma tutte le istituzioni e gli enti della città. E pensare che si voleva proporre alla città, alla mia città, un format innovativo di comunicazione: la simultanea visione di 12 video a tema sulla vita e le opere del grande artista su 24 schermi da 46 pollici montati su 12 totem bifacciali e la proiezione di due video su schermi giganti con i particolari dei dipinti ed alcuni dipinti animati in tecniche 3D. Una mostra, dunque, - ha proseguito Giovanni Parisi - per far conoscere i vari aspetti della vita di van Gogh ed i quadri da lui prodotti».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X