stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Abusivismo a Licata, minacce all'impresa ragusana di demolizioni: "Inaccettabile"
PARLA IL SINDACO

Abusivismo a Licata, minacce all'impresa ragusana di demolizioni: "Inaccettabile"

di

LICATA. L'impresa Patriarca Salvatore, che per conto del Comune sta demolendo le case abusive a Licata, si ferma. La decisione, evidentemente molto sofferta, è stata presa ieri sera dal titolare, dopo una giornata convulsa, difficilissima.

Di mattina la ditta aveva presentato alla procura di Ragusa la denuncia sulla lettera minatoria ricevuta ieri nel cantiere di Comiso, ma i lavori di demolizione erano andati avanti. I titolari dell'impresa non si erano lasciati intimidire e già nelle prime ore del mattino di ieri erano presenti in contrada Pisciotto per ultimare la demolizione iniziata il giorno prima. Le ruspe hanno operato fino alle 17.

In serata, poi, si è appreso della decisione di rinunciare a proseguire le demolizioni. "Siamo in presenza - è il primo commento, a caldo, del sindaco Angelo Cambiano - di un fatto gravissimo, sul quale deve essere fatta chiarezza subito. Non può passare il messaggio secondo il quale la città si piega all'illegalità".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X