stampa
Dimensione testo
CRIMINALITA'

Ladri di rame in azione a Licata, 300 aziende al buio

di

LICATA. Trecento aziende, oltre a numerose famiglie, senza corrente elettrica da giorni, produttori agricoli nel panico perché non hanno la possibilità di irrigare i campi, e ben 75 chilometri di cavi della corrente elettrica da sostituire. E’ il risultato della raffica di furti di rame che si sono registrati nelle ultime settimane a Licata. I ladri dell’”oro rosso” hanno colpito soprattutto nelle contrade Mintina, Casalicchio, Vallatazze, e nella trazzera Piazza Armerina, lasciando al buio tutti. L’Enel sta correndo ai ripari, ma considerato che sono stati rubati cavi della corrente elettrica per chilometri, la sostituzione (oltre che molto costosa) è tutt’altro che semplice.

I titolari di aziende ed i produttori agricoli già martedì sera si sono riuniti in assemblea ed hanno manifestato la loro disperazione per l’accaduto. Ieri mattina, poi, una folta delegazione di produttori ha raggiunto il Comune e nell’aula consiliare è stata ricevuta dal sindaco Angelo Cambiano, dal presidente del consiglio comunale Carmelinda Callea, da alcuni assessori e consiglieri comunali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X