IL CASO

Intimidazione a Firetto, la solidarietà del mondo della politica

di

AGRIGENTO. «È un vile gesto contro le istituzioni che dimostra, al contempo, la debolezza degli apparati criminali, spiazzati dal lavoro quotidiano che l'amministrazione comunale sta portando avanti». È con queste parole che il ministro dell'Interno Angelino Alfano, che ha anche telefonato al sindaco di Agrigento Lillo Firetto, ha espresso solidarietà e vicinanza. «Sono certo che il sindaco proseguirà con uguale impegno nel percorso di legalità - ha aggiunto il ministro - con il nostro pieno sostegno perché le regole siano rispettate da tutti».

Attorno a Firetto, che lunedì mattina ha ricevuto a casa una raccomandata postale con all'interno un necrologio, continua a stringersi il mondo della politica. «Ripristinare la legalità è un'operazione difficile, coraggiosa, necessita di grande amore per la propria terra e per i siciliani, sacrificio e rischio. Il sindaco di Agrigento Lillo Firetto sta dimostrando tutto questo - ha detto il vice presidente della Regione Mariella Lo Bello - a lui va il mio sostegno. Tutto il Governo della Regione è al suo fianco e lo esortiamo a proseguire nella coraggiosa azione di risanamento del territorio». Anche il deputato nazionale di Forza Italia, Riccardo Gallo, ha rivolto al sindaco «l'invito a mantenere costante ed inalterato l'impegno amministrativo nell'interesse generale della comunità e del territorio agrigentino, confidando nell'operato degli organi competenti alle indagini».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X