stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca I rifiuti di Canicattì a Catania, lievitano i costi
SPAZZATURA

I rifiuti di Canicattì a Catania, lievitano i costi

di

CANICATTI'. Sono tornati a conferire nella discarica di contrada Coda di Volpe, a Catania, gli autocompattatori del cantiere canicattinese che dovranno continuare ad effettuare questo lungo e più dispendioso viaggio almeno fino al prossimo 8 luglio. La scelta di prorogare la chiusura della più vicina discarica di Siculiana al Comune di Canicattì è stata presa dal governatore Rosario Crocetta, dopo un primo provvedimento temporaneo assunto ad inizio giugno con il quale si disponeva per i mezzi del cantiere canicattinese l'obbligo di trasportare i rifiuti solido urbani raccolti in città a Catania.

Questa situazione sta comportando notevoli disagi a causa dei maggiori costi che il Comune è costretto ad affrontare per il servizio, affidato temporaneamente alla Sap-Iseda, senza dimenticare l'impatto negativo che la vicenda sta avendo sui lavoratori del servizio di igiene ambientale del cantiere canicattinese, costretti ad affrontare estenuanti viaggi della durata di oltre sei ore, tra andata e ritorno, per raggiungere Catania.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X