stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La Regione parte civile al processo contro gli ex vertici dell'Asi di Agrigento
DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE

La Regione parte civile al processo contro gli ex vertici dell'Asi di Agrigento

I reati contestati sono, a vario titolo, abuso d'ufficio e truffa.

AGRIGENTO. Il dipartimento regionale alle Attività produttive è stato ammesso come parte civile nel procedimento avviato dalla Procura di Agrigento che ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex presidente dell'Asi di Agrigento Stefano Catuara, i dirigenti Antonino Casesa, Rosario Gibilaro, Salvatore Callari e gli ex amministratori Maurizio Bonomo, Eugenio Esposto, Salvatore Ganci, Filippo Siracusa, Girolamo Cutrone, Francesca Marcenò e Giuseppe Sorce. Sono accusati, in concorso, d'aver «rideterminato in aumento i compensi spettanti al presidente e ai componenti del Cda, adottando le conseguenti determinazioni dirigenziali anche in assenza di strumenti contabili per gli anni 2010 e 2011».

I reati contestati sono, a vario titolo, abuso d'ufficio e truffa. L'inchiesta è stata avviata in seguito alle denunce di Alfonso Cicero, all'epoca commissario straordinario dell'Asi di Agrigento e attuale presidente dell'istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive. «Ho ritenuto opportuno -dice l'assessore Linda Vancheri - che il dipartimento fosse presente in questa fase, al fine di potere richiedere, anche il risarcimento dei danni subiti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X