stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ribera, vigili "a termine": "Siamo pochi e bistrattati"
COMUNE

Ribera, vigili "a termine": "Siamo pochi e bistrattati"

di
Niente straordinario, men che meno festività, turnazioni, reperibilità di cui, però, godono i colleghi più fortunati che non appartengono alla precarietà

RIBERA. Sono quattordici e pur espletando tutti i servizi in capo ai vigili urbani di ruolo ritengono di subire una inaccettabile disparità di trattamento. Ieri mattina, una delegazione dei degli agenti di polizia municipale con contratto a termine e con orario part time è stata in udienza dal sindaco Rosario Manganella e dall'assessore al Personale, Gioacchino Zarbo, denunciando lo stato in cui la categoria si trova ad operare. Niente straordinario, men che meno festività, turnazioni, reperibilità di cui, però, godono i colleghi più fortunati che non appartengono al variegato mondo della precarietà. Sarà proprio così? Intanto l'assessore Zarbo ha ascoltato le richieste dei cosiddetti "contrattisti", per l'occasione assistiti da Giacomo Caruso responsabile provinciale del Csa, il Coordinamento sindacale autonomo che da svariati anni li segue nelle loro lotte, spesso senza grossi risultati.

"Sono arrivato da poco - ha detto l'assessore con esperienze di consigliere provinciale - e per ora voglio capire le dinamiche che governano i rapporti tra i dipendenti e l'amministrazione comunale e tra gli stessi impiegati municipali". E' stato più esplicito il rappresentante sindacale quando ha ricordato che per ottenere le divise e l'indennità di Ps, per altro dovute, i suoi iscritti hanno dovuto scioperare per 51 giorni.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X