stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ritardi nelle consegne dei presidi sanitari a Canicattì: proteste
DISAGI

Ritardi nelle consegne dei presidi sanitari a Canicattì: proteste

di

CANICATTI'. Ritardi nella consegna a domicilio di importanti presidi sanitari sono stati denunciati da numerosi pazienti in carico presso il Distretto Sanitario di Canicattì. Si tratta di soggetti affetti da diverse malattie croniche, tra le quali diabete, stomie o colpiti da altre patologie che necessitano di assistenza continuativa e di particolari forniture necessarie per far fronte alle esigenze derivanti dai citati problemi di salute. Il servizio dovrebbe essere garantito ed effettuato, per conto dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, da una ditta privata che ha sottoscritto un contratto proprio con la stessa Asp agrigentina a seguito di un bando di gara per l'affidamento di questo particolare incarico.

I disservizi, che si sono presentati a più riprese nel corso dei mesi, negli ultimi tempi sono divenuti sempre più gravi e decine di pazienti sono andati incontro a parecchi disagi a causa proprio dei ritardi con i quali avviene la consegna dei presidi da parte dell'azienda campana. In alcuni casi i ritardi sono arrivati a toccare punte anche di quindici giorni con gli ovvi problemi che comporta tale situazione. Infatti la maggior parte dei pazienti in questione ha necessità quotidiana dei presidi attesi per far fronte alle esigenze derivanti dal loro stato di salute.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X