stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Stalking, «Telefono aiuto» sarà parte civile in un processo contro un licatese
IL CASO

Stalking, «Telefono aiuto» sarà parte civile in un processo contro un licatese

AGRIGENTO. “Il 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione Telefono aiuto la celebra con un gesto concreto costituendosi parte civile in uno dei processi più delicati in materia”.

L’avvocato Sabina Schifano, una delle principali promotrici del Centro antiviolenza, ieri mattina ha ottenuto di costituirsi in giudizio contro Angelo Antona, pasticcere ventisettenne di Licata arrestato il 30 giugno con l’accusa di minaccia, stalking, sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni aggravate e furto. Antona, secondo il pubblico ministero Salvatore Vella che ha condotto l’inchiesta e rappresenta l’accusa al processo iniziato ieri, avrebbe costretto per quattro anni una donna di undici anni più grande ad avere rapporti sessuali con lui. In una circostanza il pestaggio sarebbe stato così brutale da rendere la donna quasi irriconoscibile. Ge.Ca.-F.G.R.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X