stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Non ci fu falsa relazione, assolti 2 poliziotti ad Agrigento
TRIBUNALE

Non ci fu falsa relazione, assolti 2 poliziotti ad Agrigento

di

AGRIGENTO. Assoluzione perché il fatto non costituisce reato: con questo verdetto i giudici della prima sezione penale del tribunale di Agrigento hanno scagionato dalle accuse due poliziotti, Fabrizio Aramini, 38 anni, e Luigi Allia, 36 anni, finiti a processo con le accuse di abuso di ufficio e falso ideologico omettendo di sanzionare degli automobilisti e scrivendo nei verbali circostanze non vere. Secondo il collegio presieduto da Giuseppe Melisenda Giambertoni (con a latere Michele Còntini e Agata Anna Genna) agirono, invece, in buona fede e senza commettere alcun reato. Il difensore dei due poliziotti, l'avvocato Antonella Moceri, ieri mattina durante la sua arringa ha sottolineato che i due agenti sono finiti a processo "perché ritrovatisi loro malgrado al centro di un aspro confronto sindacale".

Il pubblico ministero Silvia Baldi, all'udienza precedente, aveva chiesto l'assoluzione dal reato di abuso di ufficio "perché - aveva detto - pur avendo agito con grave colpa non c'è prova di una precisa condotta dolosa". Era stata proposta, invece, la condanna a un anno e tre mesi di reclusione per l'accusa di falso. I due agenti all'epoca dei fatti erano in servizio alla polizia stradale. La vicenda risale al giugno di due anni fa e scaturisce da un'indagine interna disposta dal loro ufficio. Anche su questo aspetto l'avvocato Moceri ha insistito ritenendo che "risulta difficile pensare che siano stati oggetti di un controllo a campione" lasciando intendere che c'era la volontà di creare loro problemi.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X