stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Mercato settimanale di Favara, è lotta agli abusivi

Mercato settimanale di Favara, è lotta agli abusivi

FAVARA. Lotta agli abusivi e nuove regole per il mercato del venerdì che nel passato ha toccato punte di oltre 300 presenze di ambulanti, tra regolari e irregolari. Proprio per la disposizione delle bancarelle e degli stand che occupano un territorio vastissimo tra strade principali e traverse della zona a monte di via Capitano Callea, fino ad ora è stato impossibile effettuare controlli capillari. «Ma abbiamo deciso di cambiare registro - spiega l'assessore alla Polizia Municipale, Giuseppe Milioti - cercando di liberare quegli stalli non più occupati e ricompattare così il grande mercato all'aperto». Con la commissione che soprassiede alle attività del mercato settimanale, rinnovata nei mesi scorsi con l'elezione degli ambulanti Antonio Provenzani, Salvatore Puma, Giuseppe Garraffo e Antonio Morreale (la commissione esprime pareri sul trasferimento in altre aree del mercato e su eventuali differimenti di date in caso di coincidenza con feste comandate come Natale e Pasqua) si è approvata la nuova pianta che consentirà una dislocazione più compatta dei "mercatisti". «Con tale operazione - aggiunge il comandante dei vigili urbani, Gaetano Raia - raggiungeremo un altro obiettivo, quello di lasciare gli spazi necessari per l'eventuale intervento delle ambulanze». Inoltre, nella parte più a sud, in prossimità dello sbocco su via Capitano Callea, l'intenzione è quella di creare dei sensi unici per evitare quei "tappi" che provocano inestricabili ingorghi. In particolare, l'attenzione è rivolta alle traverse di via Grazia Deledda e via Boito. Venerdì scorso l'assessore Milioti, il comandante Raia e il funzionario che si occupa di fiere e mercati, Giovanna Bumbello, hanno effettuato un sopralluogo individuando i punti dove si annidano le maggiori criticità. Già dal prossimo mercato si potrebbero effettuare i primi esperimenti ricorrendo a transenne mobili. Se tutto andrà per il verso giusto, l'esperimento lascerà il posto a un'ordinanza che disciplinerà per l'avvenire l'accesso e il deflusso dal mercato. Quando il mercato, nel 2006, si trasferì da piazza Giarritella nel nuovo sito, gli ambulanti erano 287. A seguito di varie cessazioni oggi il numero dei mercatisti si è ridotto 192. «Gli spazi lasciati liberi - commenta Milioti - saranno eliminati e in tal modo potremo restringere l'area che potrà essere controllata con maggiore facilità». E proprio nella logica di un miglior controllo è stato deciso di fornire gli ambulanti delle autorizzazioni che dovranno essere messe in bella vista su una sorta di totem di cui dovranno dotarsi. All'agente di polizia municipale destinato al controllo del mercato basterà lanciare uno sguardo a quella sorta di bacheca all'aperto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X