stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sindaco di Licata arrestato, il prefetto lo sospende

Sindaco di Licata arrestato, il prefetto lo sospende

AGRIGENTO. Il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, ha sospeso dall'incarico - dopo l'arresto di ieri - il sindaco di Licata, l'avvocato Angelo Balsamo. Una comunicazione ufficiale è stata inviata anche al consiglio dell'ordine forense per i provvedimenti del caso, da adottare nei confronti del legale. Balsamo è stato destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, firmata dal gip Stefano Zammuto e richiesta dal sostituto procuratore Salvatore Vella per le ipotesi di reato di falsa  testimonianza, truffa e corruzione in atti giudiziari. "Come si evince dalle intercettazioni - ha spiegato il procuratore capo Renato Di Natale, durante la conferenza stampa in Procura - egli ha truccato le carte a tavolino, creando una falsa testimonianza, pagata 200 euro. Un falso testimone che è andato davanti al giudice ed ha detto di aver visto la dinamica dell'incidente, attribuendo responsabilità all'automobilista. In virtù di ciò, l'assicurazione ha liquidato - ha continuato Di Natale - circa 30 mila euro di risarcimento danni di cui 4 mila per le spese legali. Peccato che per il difensore, questi 4 mila euro fossero pochi e se ne è fatti consegnare altri 7 mila, in contanti, dalla parte''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X