stampa
Dimensione testo

Una crepa appare sul ponte Verdura Già effettuate le verifiche tecniche

La segnalazione è arrivata da un post apparso sabato sera sulle pagine di Facebook

RIBERA. Operai dell'Anas al lavoro sul ponte Verdura, rimesso in sesto con la posa di quattro grandi tubi Armco, dopo il crollo del 2 febbraio scorso che ha tagliato in due la Sicilia occidentale. L'intervento si è reso necessario per tappare una crepa che si è aperta sull'asfalto posato nei giorni scorsi a chiusura dei lavori che hanno consentito di riaprire al transito veicolare il ponte, che dopo il crollo era stato chiuso al transito, successivamente consentito sulla porzione non interessata al cedimento, ma solo a senso unico alternato e dall'11 maggio scorso di nuovo su entrambe le corsie di marcia. La presenza della crepa ha creato qualche apprensione da parte di qualche automobilista che l'ha notata e che ne ha dato notizia sulle pagine di "face book". Dalle parti dell'Anas, anche se non sono arrivate notizie ufficiali in merito, il fenomeno è considerato rientrare nella normale fase di assestamento del terreno a seguito dei lavori effettuati. Nel frattempo tutti gli occhi dei riberesi sono rivolti alla realizzazione del nuovo ponte che è stato "presentato" nei giorni scorsi nella sala convegni "Giovanni Ragusa ed Emanuele Guddemi", alla presenza tra gli altri del direttore generale del compartimento Anas della Sicilia, ingegnere Salvatore Tonti e del progettista Alessandro Passafiume e del direttore dei lavori del ponte crollato Massimiliano Campanella. In quell'occasione sono stati comunicati i dati di massima dell'opera che dovrà sorgere a circa un centinaio di metri a valle rispetto al ponte attuale, che in pratica dovrà essere eliminato, non assicurando le condizioni di sicurezza con il passare del tempo che dovrebbe poter garantire. Ad ottobre è previsto l'appalto dei lavori che dovrebbero venire a costare circa 11 milioni di euro, anche perché sono previsti i costi per la demolizione del vecchio ponte costruito tra il 1870 e il 1875 e integrato negli anni '70. Secondo quanto riferito dai dirigenti dell'Anas il nuovo ponte sarà formato da quattro campate due di circa 40 metri e due di circa 70 metri. Il progetto di massimo prevede anche la realizzazione di una rotatoria nel tratto di Strada statale 115 che dà nella zona dello svincolo della ”cartiera”. L’innesto dal lato rettilineo di Verdura è previsto ad un centinaio di metri dall’attuale ponte, dal lato ”cartiera” dopo le galleire di Magone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X